la herramienta de recetas para todos

acompáñanos en este apasionante viaje

la herramienta de recetas para todos

Per tutto l'anno | Ricette | Ricette senza glutine | Ricette senza lattosio | Ricette senza uova | Ricette vegane | Ricette vegetariane | Salse e condimenti
Ragù di fagioli rossi

VERSIONI DI QUESTA RICETTA

Ormai avrete notato che a Miso e Tofu amiamo reinventare i classici della cucina. Ecco una reinterpretazione del classico sugo alla bolognese: la bolognese di fagioli rossi, un’alternativa gustosa e salutare che dimostra che si possono gustare i sapori tradizionali senza carne. Un piatto sano che vi farà apprezzare le meraviglie della cucina senza carne!

Ingredienti per 4 persone

  • 90 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 porro medio (circa 80 g.)
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano (facoltativo)
  • 2 foglie di alloro
  • 1 barattolo di fagioli rossi cotti (circa 500 g)
  • Sale
  • Pepe

Tempo di preparazione

30 minuti.

Preparazione delle lenticchie alla bolognese Fagioli rossi alla bolognese

1. Iniziamo con la fase più importante: il soffritto. Per preparare il soffritto, pelare la carota e pulire il gambo di sedano e tritare finemente. Eliminare le foglie dure o giallastre dal porro, lavarlo bene per eliminare la terra e tagliarlo allo stesso modo.

2. In una pentola di capacità sufficiente, scaldare circa 6-7 cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando è caldo, aggiungere la carota, il porro e il sedano tritati e mescolare con un cucchiaio. Coprire quindi la padella e lasciare soffriggere per circa 5 minuti a fuoco molto basso. Il soffritto deve friggere e dorare molto dolcemente.

3. Quando le verdure sono traslucide, aggiungete i fagioli rossi cotti, salate e pepate leggermente, alzate la fiamma e fate cuocere per altri 5 minuti a recipiente scoperto.

4. Aggiungete ora mezzo bicchiere d’acqua.

5. Cuocete il vostro sugo alla bolognese a fuoco bassissimo, coperto, per 10-15 minuti, finché non vedrete che l’acqua è stata eliminata e il sugo si è addensato. Se volete che il sugo sia più liquido, ad esempio perché volete usarlo per le lasagne, tenetelo d’occhio durante la cottura e aggiungete, se necessario, un po’ d’acqua.

6. Quando la salsa è pronta, assaggiatela e aggiungete il sale che ritenete opportuno. Ora è il momento del tocco finale: un pizzico di noce moscata. Servite il vostro ragù caldo come accompagnamento alla pasta o per preparare delle deliziose lasagne alle verdure con una cremosa besciamella all’avena – potete conservarlo per un paio di giorni in frigorifero in un contenitore ermetico o congelarlo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content